Libro d'Ore, incunabolo, del Condottiero Ferrante d'Este


Il presente incunabolo è un esemplare decisamente singolare di una edizione di alcune horae ad usum Romanum, in latino e francese, la cui stampa si concluse il 20 di agosto del 1496 nella bottega parigina di Philippe Pigouchet, su incarico del libraio editore Simon Vostre. Come succede per i libri manoscritti di ore, è una raccolta di uffici e preghiere ad uso dei laici.

Trattandosi di un Libro d’ore incunabolo riflette una singolare selezione, propria di un momento di transizione: è nella seconda metà del XV secolo che inizia a crescere la presenza di composizioni pietose. L’esistenza di testi in due lingue risponde a tale realtà. Sono presenti tutti i testi essenziali, parecchi di quelli considerati secondari e non manca una curiosa serie di testi accessori, come i migliori studiosi di questo tipo di libri classificano il variegato insieme. Le figure staccate e le cornici sono state elegantemente colorate.

Si tratta, infatti, di un incunabolo illustrato, non miniato, il cui destinatario era Ferrante d’Este (1477-1540), figlio di Ercole d’Este (1431-1505), che partecipó alla congiura del 1505, insieme a suo fratello Giulio (figlio illegittimo del Duca) e contro l’altro suo fratello Alfonso I d’Este (1476-1534), il successore, duca di Ferrara, Modena e Reggio; in conseguenza di ció, dopo essere stato condannato a morte, rimase in prigione gli ultimi 34 anni della sua vita.

Originale conservato nella Biblioteca Nacional de España (segnatura I 2719)

Formato del volume: 4º – 210 x 120 mm.

190 pagine

48 illustrazioni, 18 delle quali a pagina intera

182 cornici construite con piú di 1.100 pezzi di differenti misure

Iniziali in indaco o cremisi, lettere maiuscole con tocchi di giallo

Carta speciale in pergamena trattata, con lo stesso peso dell’originale

Fogli assemblati, piegati e cuciti a mano

Rilegatura in pelle, rifinita in oro

Studio del dr.Julián Martín Abad, responsabile del Servizio Manoscritti e Incunaboli della Biblioteca Nacional de España

Facsimile e volume di studio collocati in una elegante custodia

Tiratura unica di 995 esemplari, numerati e autenticati mediante atto notarile

.